BlackBerry - John Chen

BlackBerry: il CEO John Chen ha annunciato che l’azienda canadese adesso naviga in acque tranquille dopo aver rischiato letteralmente di scomparire dal mercato.

BlackBerry: la cura John Chen sta funzionando e ha portato l’azienda ‘fuori pericolo’.

La cura del CEO John Chen sembra aver dato i suoi frutti. Il numero uno di BlackBerry ha infatti annunciato che l’azienda canadese è ora “fuori pericolo” dopo aver rischiato praticamente di sparire dalla circolazione, cedendo le quote di mercato ai principali competitor mondiali.

La capacità – e il coraggio – del management di rivedere il core business aziendale abbandonando nei fatti lo sviluppo del proprio sistema operativo, cedendo proprietà ed esternalizzando la produzione degli smartphone mantenendone però il marchio, hanno fatto sì che il crollo finanziario e commerciale di BlackBerry non sia stato soltanto tamponato, ma si sia trasformato in nuove occasioni sui mercati. In modo particolare, l’azienda ha creato una notevole fonte di introiti fornendo in licenza il proprio brand a TCL, accordo che ad oggi ha generato un profitto di più di 50 milioni di dollari.

I nuovi obiettivi aziendali – con focus sempre più marcato sul mercato business, la cyber-sicurezza, la guida autonoma e la fornitura di software per il sistema operativo Android – hanno coinciso con il trasferimento dal NASDAQ al New York Stock Exchange (NYSE) “per stare più vicini ai nostri clienti”, come spiegato dallo stesso John Chen.

Sembra che la cura stia funzionando egregiamente anche per gli azionisti: nel 2017 le azioni BlackBerry sono cresciute addirittura del 66 per cento. L’azienda canadese sembra davvero essere “fuori pericolo”.

LEAVE A REPLY