Google Pixel 2

Google Pixel 2 e 2 XL, pochi giorni dopo il lancio, presentano diversi difetti di gioventù, presumibilmente risolvibili tramite interventi software.

I Google Pixel 2, come tutti i device appena presentati, non sono esenti da bug. 

I nuovi Pixel 2 di Google non sembrano essere dispositivi particolarmente fortunati. Tutte le volte che un dispositivo molto atteso esce sul mercato, viene sottoposto ad una lente di ingrandimento spesso eccessiva, che fa emergere da subito i fisiologici problemi e bug di gioventù, a cui si tende a dare troppo peso (vedere, per esempio, quanto successo subito dopo il lancio di OnePlus 5). Tuttavia è indubbio che i nuovi smartphone di Google non stiano facendo molto per smentire questa tendenza.

Alle polemiche sul display del Pixel 2 XL – alcune unità sono anche state colpite da un precoce burn-in – e sulla qualità costruttiva di Pixel 2, ora si aggiungono altre segnalazioni di anomalie, in diversi campi. Il display OLED di Pixel 2 XL continua ad essere al centro dell’attenzione, questa volta per un presunto effetto di sbavatura dei neri. Sembra, infatti, che in occasione di veloci transazioni fra schermate nere e schermate colorate, il cambio cromatico non sia così reattivo, lasciando intravedere uno spiacevole alone nero, una sbavatura sui soggetti colorati.

La novità “in negativo”, invece, sarebbe il comparto audio: numerosi utenti hanno lamentato strani suoni provenienti dagli altoparlanti di sistema. In particolare, si tratterebbe di una specie di ticchettio, che si attenuerebbe alla disattivazione dell’NFC, e di un altro suono più acuto. Entrambi i difetti sarebbero maggiormente presenti sulla versione più compatta dei nuovi Pixel. Inoltre, c’è chi segnala anche un volume dei due altoparlanti non omogeneo, soprattutto a livelli elevati.

Al momento, non è chiaro quale sia l’incidenza di questi problemi, anche se sembrerebbero più di natura software, piuttosto che hardware, e quindi facilmente risolvibili con futuri aggiornamenti. Infatti, pare che Google starebbe esaminando tali bug per i quali conta di rilasciare un fix entro la prossima settimana, ridimensionando, così, timori e polveroni divenuti, senza ombra di dubbio, veramente eccessivi.

LEAVE A REPLY