Huawei Mate 10 Pro - presentazione

Huawei Mate 10 PRO: ufficializzato nel corso di una conferenza stampa a Monaco di Baviera, il nuovo smartphone Huawei con 6GB di RAM e display FHD+ da 6 pollici in rapporto 18:9 e doppia fotocamera Leica.

Huawei Mate 10 PRO: Presentato a Monaco con Kirin 970, 6″ 18:9 e doppia cam LEICA

Ieri, nel corso di una conferenza stampa tenutasi in Germania, Huawei ha annunciato i nuovi Mate 10 in versione “base”, con display QHD da 5.9 pollici in rapporto 16:9 e 4GB di RAM, e in versione PRO con 6GB di RAM e display FHD+ da 6 pollici in rapporto 18:9. Solamente lo Huawei Mate 10 PRO verrà commercializzato in Italia e, quindi, ci concentreremo su questa versione.

Huawei Mate 10 PRO dispone di profilo in metallo e parte posteriore in vetro, leggermente arrotondata sui bordi per facilitarne meglio la presa. Il Mate 10 PRO è comunque comodo da tenere in mano grazie anche alle dimensioni non particolarmente abbondanti nonostante un display da ben 6 pollici. Tre le colorazioni disponibili – Midnight Blue, Titanium Gray e Moka – e, seguendo l’ultimo trend di mercato, non poteva mancare la certificazione IP67 di resistenza ad acqua e polvere.

Sul lato si possono trovare i tasti per la regolazione del volume ed il tasto di accensione. Sulla parte inferiore la porta USB Type-C, con supporto alle specifiche 3.1, due microfoni e lo speaker di sistema che, combinato alla capsula auricolare, offre un audio stereofonico. Sulla parte superiore c’è il trasmettitore ad infrarossi ed un terzo microfono. Eliminato, purtroppo, il jack audio da 3.5mm in sostituzione del quale sarà presente in dotazione un adattatore.

Nella parte posteriore trovano posto le due fotocamere realizzate anhe questa volta in collaborazione con LEICA. La configurazione è quella ormai “consolidata” di Huawei con un sensore da 12 megapixel RGB e stabilizzatore ottico affiancati ad un secondo sensore monocromatico da 20 megapixel, entrambi dotati di un’ampia apertura f/1.6. La messa a fuoco è basata su rilevamento di profondità, contrasto e fase, oltre che su di un sensore laser. La fotocamera frontale ha invece un sensore da 8 megapixel a fuoco fisso con apertura f/2.0. Al di sotto delle 2 fotocamere, troviamo il sensor di impronte che può essere utilizzato anche per far scorrere il pannello delle notifiche, le foto in galleria e scattare una foto.

Huawei Mate 10 PRO è equipaggiato con un display OLED da 6 pollici di diagonale HDR10 in rapporto 18:9 con una risoluzione di 2160×1080 pixel ed una saturazione dei colori NTSC del 112%. Aldilà dei freddi numeri questo display è dotato di un ottimo contrasto ed una luminosità abbastanza elevata con angoli di visione decisamente ampi.

Il processore è il nuovo Kirin 970 con quattro core Cortex-A73 da 2.4GHz affiancati da altri quattro core Cortex-A53 da 1.8GHz con 6 GB di memoria RAM di tipo LPDDR4X e 128 GB di memoria integrata UFS 2.1 (non espandibile). La GPU è una Mali-G72MP12 a 12 core. Questo chip integra un coprocessore i7 per la gestione dei sensori ed un’unita di calcolo neurale in grado di effettuare complesse elaborazioni in tempi estremamente ridotti.

Relativamente alla parte fotografica di Huawei Mate 10 PRO, il Dual ISP del Kirin 970 è in grado di riconoscere più accuratamente volti e movimento e di migliorare gli scatti in condizioni di scarsa luminosità grazie anche al riconoscimento automatico degli oggetti e della scena.

Il processo produttivo a 10nm garantisce anche una notevole efficienza in termini di consumi energetici e dovrebbe consentire alla batteria integrata da 4000mAh di offrire un’elevata autonomia. Il Mate 10 PRO supporta anche la tecnologia Supercharge in grado di ricaricare la batteria fino al 58% in circa 30 minuti. Questa tecnologia è stata anche la prima ad aver ricevuto una certificazione di sicurezza.

Huawei Mate 10 PRO, inoltre, è un dual SIM in Cat.18 grado di arrivare fino ad una velocità massima di 1.3Gbps. Il 4G è supportato su entrambe le SIM. Non mancano il Wi-Fi ac dual band, l’NFC ed il Bluetooth 4.2.

Il sistema operativo è Android in versione OREO con EMUI in versione 8.0, riorganizzata e rinnovata dal punto di vista grafico ma, sostanzialmente, con le stesse caratteristiche della versione precedente. Per la navigazione dell’interfaccia possiamo scegliere i classici tasti funzione o attivare un tasto dock flottante.

Il Mate 10 PRO supporta la modalità Easy Projection che consente di utilizzare un classico cavo USB Type-C o HDMI per visualizzare su un monitor esterno un’interfaccia desktop con applicazioni in finestra, ed anche la funzionalità Easy Talk che migliora la qualità delle chiamate anche se ci sono forti rumori ambientali o se dobbiamo parlare a voce molto bassa grazie al riconoscimento del linguaggio che viene processato ed amplificato. Anche lo split-screen diventa più intelligente, infatti mentre si guarda un video, ad esempio, ricevendo una notifica sarà possibile rispondere continuando la visione dividendo momentaneamente il display.

La commercializzazione di Huawei Mate 10 PRO prenderà il via da metà novembre circa.

LEAVE A REPLY