Microsoft Edge

Il browser Microsoft Edge è in arrivo su Android e iOS e la conferma proviene direttamente dall’azienda di Redmond.

Microsoft Edge: tutto pronto per lo sbarco su Android e iOS

La conferma dell’indiscrezione trapelata ieri è giunta direttamente dalla stessa Microsoft: il browser Edge è in arrivo su Android e iOS. L’azienda di Redmond ha già rilasciato l’app sul programma TestFlight per Apple e, a seguire, arriverà anche su Android tramite il programma di beta testing, mentre la versione ufficiale di Edge Mobile sarà disponibile entro la fine dell’anno.

La motivazione del perchè Microsoft Edge, il nuovo browser di Windows 10, graviti ancora intorno al 5 per cento di share del mercato desktop, dopo due anni dalla sua presentazione, è da ricercarsi nella mancanza di una multipiattaforma. I principali concorrenti, Chrome in particolare, hanno ormai abituato gli utenti ad avere tutto sincronizzato – password, preferiti, perfino qualche impostazione – su qualsiasi dispositivo, a prescindere dal sistema operativo e dal form factor.

Edge potrebbe colmare questa lacuna a breve, addirittura entro la fine dell’anno, a quanto pare. La notizia viene riportata in esclusiva dal portale Frandroid, secondo il quale il browser dovrebbe approdare su Play Store e App Store entro questi ultimi mesi del 2017.

La presenza di Microsoft Edge su sistemi mobile già in uso (ora è di fatto disponibile solo su Windows 10 Mobile, con una diffusione praticamente nulla) potrebbe spingere più utenti Windows 10 desktop a provarlo e trarre vantaggio dai suoi punti di forza come la parsimonia nell’uso delle risorse, per esempio, che garantisce un’autonomia nettamente superiore rispetto ai competitors.

La mossa potrebbe, di riflesso, incrementare anche le statistiche di utilizzo di Bing, motore di ricerca Microsoft predefinito in Edge, e dei suoi servizi annessi, ovvero traduzione, mappe, notizie e altro ancora.

Vale comunque tenere presente che l’attendibilità della notizia non è assoluta: sembrerebbe trattarsi di una singola fonte non confermata da altre indipendenti e, stranamente, i soliti canali meglio informati – ZDnet, Thurrott, Windows Central – non hanno ricevuto soffiate a riguardo su una mossa così importante e relativamente imminente.

LEAVE A REPLY