Xiaomi - Spagna

Xiaomi ha organizzato un evento stampa per il 7 novembre a Madrid, dove lancerà i suoi primi prodotti ufficialmente venduti in Europa occidentale.

Xiaomi sbarca in Spagna e punta a conquistare l’Occidente.

Fino a qualche anno fa, Xiaomi commercializzava i suoi prodotti solamente in Cina; successivamente ha allargato il proprio mercato a diversi paesi del Asia, fino ad arrivare in India nel luglio 2014. L’ingresso di Xiaomi in India ha avuto un incredibile successo, tanto da diventare, in breve tempo, il secondo produttore di smartphone del paese. Da quest’anno l’azienda cinese vende anche in Medio Oriente, altri paesi dell’Asia meridionale e persino l’Europa dell’Est. Recentemente, la società ha anche annunciato che il suo smartphone Mi A1 sarà disponibile in 40 paesi (ma non ancora in occidente).

Xiaomi nel 2015 aveva anche aperto uno store di accessori negli USA, ma senza mostrare l’intenzione di inserirsi nel mercato degli smartphone in Nord America. Ben diverso, invece, il discorso per l’Europa occidentale, tanto che il vicepresidente dell’azienda, Wang Xiang, ha annunciato l’imminente ingresso nel mercato, con la Spagna come primo paese per il lancio. Il colosso cinese ha, infatti, organizzato un evento stampa per il 7 novembre a Madrid, durante il quale presenterà ufficialmente i suoi primi prodotti venduti in Europa occidentale.

Non è certo il caso di sottolineare quale impatto potrà avere una notizia di questo genere. L’ingresso di un produttore di apparecchiature elettroniche di questo calibro – perchè è bene ricordare che Xiaomi non produce “solo” telefoni cellulari – in Europa occidentale può scuotere l’intero mercato, portando ad una maggiore concorrenza, a tutto vantaggio dei consumatori.

Samsung, attualmente, è di gran lunga il principale produttore di smartphone, ma anche di elettronica, dell’Europa occidentale, ma Xiaomi ha sicuramente le carte in regola per dare una scossa al mercato grazie ai suoi prezzi aggressivi. La società confida sul fatto che questa espansione possa avere un impatto positivo sulle entrate, come già avvenuto in India dove, nel solo mese di settembre, l’azienda cinese ha venduto qualcosa come 4 milioni di smartphone.

Non è ancora dato sapere con quali prodotti Xiaomi debutterà nella penisola iberica, anche se il buon senso suggerirebbe Mi 6, Mi Mix 2 ed il richiestissimo Mi A1. Ma, soprattutto, chi verrà dopo la Spagna? Continuate a seguirci e vi terremo informati.

LEAVE A REPLY